valetudo-serim

I miei 5 Tor des Geants

L’aquila Marina Plavan si racconta

Ho iniziato a correre nel 2004 e avevo più di 40 anni. Nel 2007 ho perso il mio compagno di vita e dopo questo vuoto la corsa per me è diventata il mio “equilibrio”.

Tanti sono stati i miei passi, tanti i sentieri ho percorso, tanti sono stati i miei respiri in gara e questo è stato meraviglioso.

Questo mi ha fatto pensare “sono viva”.

Ho corso molte gare con tante soddisfazioni ma arrivare a correre il mio primo Tor des Geants nel 2014 è stata la più affascinante gara che potevo affrontare è stata, senza dubbio, la più grande sfida sportiva della mia vita agonistica.

Dopo il primo impatto del 2014 ho disputato altri 4 Tor des Geants consecutivi, ho realizzato 5 grandi sogni questa gara molto endurance, se si può definire in questo modo, per la sottoscritta risulta la più congeniale perché correre 330 km con 24.000 metri di dislivello positivo bisogna fare la differenza usando molto la testa.

Due volte terza e due volte quarta e poi un Tor molto sofferto, nona, quest’ultimo risultato è stato molto sofferto. Sono stata ad un passo dal mollare il giro dei giganti della valle d’Aosta ma la mia determinazione non mi ha fatto mollare il mio sogno di disputare 5 Tor des Geants consecuitivi.

Marina Plavan Valetudo-Serim